Logo
  • 0422545852

    stimatreviso@libero.it

  • VIA PARIS BORDONE,15

    31100 Treviso

22/04/2021

Dall' attico alla monorotaia, il design di Iosa Ghini tra linee armoniche e verde urbano


Dall’attico alla monorotaia, il design di Iosa Ghini tra linee armoniche e verde urbano
 
Da Miami a Bologna, in questo periodo è cambiata la visione della casa verso un ampliamento di volumi, spazi, aria, relazione con l’esterno. Le nuove commesse di progetto sono quasi esclusivamente di residenziale. Nelle città italiane, tranne Milano dove c’è più spinta a costruire il nuovo, la tendenza è la rigenerazione.
 

L’architetto Massimo Iosa Ghini si definisce «figlio della generazione dei Maestri», a partire dal legame speciale con Ettore Sottsass (di cui, confessa, «vorrei comprare tutto»), con cui partecipò al Gruppo Memphis negli anni Ottanta, oltre ad aver fondato il movimento del Bolidismo in quell’epoca fervente di avanguardie. La sua impronta professionale deriva da quel concetto del fare architettura a 360°, supportato da creatività, curiosità intellettuale, attitudine alla sperimentazione.

Lo studio Iosa Ghini Associati, con sedi a Bologna (principale) e a Milano e una trentina di collaboratori, ha sviluppato in trent’anni di attività progetti che spaziano tra molte tipologie, dalla lampada in vetro per Venini alla cucina per Snaidero, dalla catena internazionale dei Ferrari Store a vari hotel in Europa, così come musei, infrastrutture, complessi residenziali, headquarters.

vedi l'articolo intero sul Sole 24 ore

Dall’attico alla monorotaia, il design di Iosa Ghini tra linee armoniche e verde urbano - Il Sole 24 ORE